Breve biografia

Madre Marìa Amada nacque il 7 settembre 1895 a Guadalajara, città dello stato di Jalisco, Messico. Era la primogenita di 5 figli dei coniugi Don Catarino Sànchez e Doña Matiana Muñoz, i quali, pur in condizioni assai disagiate, riuscirono a dare a tutta la famiglia una solida formazione umana e cristiana.
All'età di 17 anni Marìa entrò nell'Ordine del Verbo Incarnato e del Santissimo Sacramento. Il 19 gennaio 1919 fece la sua professione dei voti nel Monastero di Guadalajara, dove andò a vivere fedelmente e gioiosamente la sua vocazione e attraverso la preghiera cercò di scoprire il programma divino della sua vita.
Docile alla chiamata di Dio e sempre animata dalla fede, abbandonò l'Ordine del Verbo Incarnato per fondare una Congregazione che si dedicasse ad amare con ardore il Cuore di Gesù e a portare il suo Regno di amore a tutti gli uomini, sotto la materna protezione di Santa Maria di Guadalupe.
Madre Marìa Amada iniziò quest'opera a Gualalajara nel 1926 in un periodo molto difficile per la Chiesa messicana a causa delle cruenti persecuzioni ordinate dal Governo, che pretendeva di mettere fine alla fede, ai valori cristiani e a tutte le manifestazioni misericordiose del popolo di Dio.
La Serva di Dio diede inizio con forza ed efficacia anche alla Congregazione dei Missionari del Sacro Cuore e di Santa Marìa di Guadalupe in collaborazione con R.P. Teodosio Martìnez Ramos, Fondatore e primo Superiore Generale di questo Istituto religioso.
La vita di Madre Marìa Amada fu caratterizzata da:
Un incessante zelo per la salvezza degli uomini.
Una grande carità, soprattutto nei confronti dei poveri.
Un amore speciale per i sacerdoti e per tutte le persone consacrate, per i quali offrì la sua vita al Cuore di Gesù.
Una vita umile, semplice, piena di fiducia in Dio e obbediente: atteggiamenti costanti nella sua collaborazione al piano divino per la salvezza dell'uomo.
Fu chiamata in Cielo da Dio il 4 febbraio 1967, colpita da un'emorragia cerebrale mentre si trovava ad Arriaga, Chiapas, in visita alla comunità del luogo.
“Come sarei felice se potessi rimediare ai bisogni dei miei fratelli poveri del mondo intero e ancora di più se potessi rimediare alle loro miserie spirituali e li conquistassi tutti per Te” (dal suo Diario, 11 gennaio 1961).
La causa della canonizzazione di Madre Marìa Amada del Niño Jesùs fu iniziata il 12 ottobre 2003 dal Cardinale Norberto Rivera Carrera. Attualmente la causa si trova nella fase di inchiesta diocesana riguardante la santità di vita, l'eroicità delle virtù e la fama di santità della Serva di Dio.

Preghiera per la sua Canonizzazione

Padre Celeste, che ti compiaci nell'adornare i tuoi santi ed eletti con le virtù del tuo Figlio Divino e hai voluto bruciare tua figlia Maria Amada nel fuoco dell'Amore del suo Cuore e nell'ardore per estendere il suo Regno, rendendolo manifesto attraverso il suo amore per i poveri e i derelitti, ti chiediamo la grazia di imitare il suo esempio e per maggiore Tua gloria e bene della Chiesa sia elevata all'onore dei tuoi altari. Te lo chiediamo per Santa Maria di Guadalupe e per i meriti di Cristo Nostro Signore. Amen.

Preghiera per la sua Intercessione

Padre misericordioso, che hai eletto tua figlia Marìa Amada, affinchè, bruciata nell'amore di Gesù Cristo, tuo Figlio e, piena di ardore per l'estensione del Regno di amore del suo Cuore, si prendesse cura per tutta la sua vita di coloro che soffrono, specialmente i più poveri e i derelitti; ti chiediamo che, per sua intercessione, ci dia la grazia che con fede chiediamo... (si fa la petizione). Ti ringraziamo per tutti i doni che ci hai concesso e per quelli che, attraverso lei, vorrai concederci. Ascolta misericordioso le nostre suppliche e facci conoscere la tua volontà per Santa Maria di Guadalupe e per i meriti di Cristo Nostro Signore. Amen. Sacro Cuore di Gesù, in te riponiamo la nostra fiducia!